lunedì 24 aprile 2017
°
-A A +A
Contrasto:

Current Style: Standard

Comune di Ponzano Veneto

Provincia di Treviso

Fattura Elettronica

L’articolo 25 del decreto-legge n. 66/2014 ha stabilito la data del 31 marzo 2015 per l’avvio obbligatorio dell’utilizzo della fattura elettronica nei rapporti tra i fornitori e gli enti locali.

La modalità di trasmissione delle fatture elettroniche, avviene tramite un apposito Sistema di interscambio (approvato il decreto interministeriale n. 55/2013 del Ministero dell’economia e delle finanze). Il mancato rispetto delle procedure e dei requisiti previsti dal DM n. 55/2013, così come il mancato utilizzo del canale di trasmissione tramite il  Sistema di interscambio, comporta lo scarto e la mancata trasmissione della fattura elettronica, non consentendo in alcun modo al Comune la possibilità di pagamento delle  forniture/prestazioni erogate.

Pertanto, a decorrere dal 31 marzo 2015 , questo Comune non potrà più accettare fatture che non siano trasmesse in formato elettronico, secondo i requisiti tecnici stabiliti dal DM n. 55/2013.
Inoltre, a decorrere dal 30 giugno 2015 questo Comune non potrà procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, fino alla ricezione della fattura in formato elettronico, secondo i requisiti tecnici stabiliti dal DM n. 55/2013. Il DM n. 55/2013 dispone che il Comune individui gli uffici destinatari delle fatture elettroniche, registrando tali uffici presso l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA), il quale provvede a rilasciare a ciascun ufficio un codice univoco da inserire nella fattura elettronica.

Per il Comune di Ponzano Veneto destinatario delle fatture elettroniche, il Codice Univoco è UFXQTA.

La mancata o errata indicazione nella fattura del codice univoco comporta lo scarto della fattura e pertanto il mancato pagamento della stessa. Tale codice univoco può sempre essere rilevato dal sito internet dell’IPA (www.indicepa.gov.it).

Si precisa infine come, a norma dell’articolo 25, comma 3, del decreto legge n. 66/2014, il Comune non possa procedere al pagamento di fatture che non riportino i codici CIG (codice identificativo gara) e CUP (codice unico di progetto), qualora obbligatori, a suo tempo già comunicati.
Si riepilogano pertanto, nel prospetto sottostante, i dati che devono essere riportati dal fornitore nella fattura elettronica :

 

INTESTAZIONE COMUNE DI PONZANO VENETO
CODICE FISCALE e PARTITA IVA 00517500260
CODICE UNIVOCO IPA UFXQTA
POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA comune.ponzanoveneto.tv@pecveneto.it
RAGIONE SOCIALE E CODICE FISCALE DELL'ESERCENTE CHE EMETTE LA FATTURA  

NATURA DELLA PRESTAZIONE, DESCRIZIONE DELLA QUANTITA', DEI PREZZI UNITARI,
IMPORTI PARZIALI ED IMPORTO GLOBALE CON INDICAZIONE DELL'IVA
E DI ALTRE IMPOSTE/TASSE SE DOVUTE

 
RIFRIMENTO N. ORDINE  
RIFERIMENTO NUMERO E DATA DETERMINAZIONE DI IMPEGNO DI SPESA  
RIFERIMENTO (ove esistente) CONTRATTO O CONVENZIONE STIPULATI CON L'AMMINISTRAZIONE
(Repertorio o Protocollo)
 
CODICE CIG  
CODICE CUP (ove esistente)  
INDICAZIONE DELL'IBAN PER IL PAGAMENTO  

 

 

Ultima modifica: Martedì 31 03 2015

Il Ministero dell’economia e delle finanze predispone gratuitamente a favore delle piccole e medie imprese abilitate al mercato elettronico (MEPA) un supporto informatico per la generazione delle fatture nel formato corretto e per la conservazione di tali documenti, nonché i servizi di comunicazione con il Sistema di interscambio.
Informazioni ulteriori su questa agevolazione prevista per le piccole e medie imprese possono essere reperite sul sito internet

www.fatturapa.gov.it

oppure

www.acquistinretepa.it